10/10/2013 - La vitamina D è fondamentale per il successo della FIV

Una nuova ricerca canadese si focalizza sulla vitamina D per aumentare le chance di riuscita della FIV.

Pubblicato sul Canadian Medical Association Journal, questo studio sostiene che le donne con livelli sufficienti di vitamina D raggiungono esiti positivi nella FIV in misura maggiore rispetto a quelle che presentano stati carenziali della suddetta vitamina.

La ricerca è stata effettuata al Mount Sinai Hospital a Toronto dove sono state analizzate 173 donne canadesi tra i 18 e i 41 anni, che si sottoponevano alla fecondazione in vitro. Entro una settimana dall’estrazione degli ovociti, sono stati prelevati dalle pazienti dei campioni di 25 (OH)D, un siero che aiuta la misurazione della vitamina D nel corpo.

Dopo aver confrontato il ciclo delle FIV delle pazienti e i loro livelli di vitamina D, i risultati hanno mostrato che il 52,5% delle donne con alti livelli presentava un tasso di riuscita significativamente più alto, in confronto al 34,7% delle donne che avevano livelli di vitamina D bassi o carenziali.

La vitamina D, un nutriente fondamentale per l’assorbimento del calcio nell’organismo, è nota per i benefici che apporta alla salute delle ossa e del sistema immunitario. Alcuni alimenti che la contengono sono l’olio di pesce, il formaggio e le uova.

I ricercatori credono che potrebbe essere benefico esaminare i livelli di vitamina D in ogni gravidanza, inserire quindi l’esame specifico come routine, e soprattutto effettuare l’analisi prima di sottoporre le donne a trattamenti di fecondazione assistita, specialmente se con un alto indice di massa corporea.

FONTE: National Post