Endometriosi e infertilità

L’endometriosi è la più importante patologia ginecologica estrogeno dipendente. Si tratta di una patologia benigna cronica associata a dolore pelvico, che raggiunge il culmine poco prima del ciclo mestruale, e infertilità.

L'endometriosi colpisce quasi esclusivamente le donne in età fertile, con picco tra i 30 ed i 40 anni e con una frequenza del 10-15%. Approssimativamente dal 30% al 40% di donne con endometriosi è sterile. La malattia è infatti una delle prime cause di sterilità femminile; non a caso alcune donne non scoprono la loro endometriosi fino a che non hanno difficoltà a restare incinta.

I sintomi dell’endometriosi sono spesso confusi con il malessere del flusso mestruale. Ma il dolore al basso ventre ritorna, puntuale, fino a quando diventa insostenibile e invalidante. E così anche la vita sessuale diventa una tortura. Oltre al male fisico, c’e’ poi quello psichico, che nasce dalla paura di non poter avere un figlio e dall’incomprensione di amici, parenti e persino medici.

L'endometrio è il rivestimento più interno dell'utero, ed è formato da un singolo strato di cellule colonnari dotate di ciglia, al di sotto delle quali si trovano vasi sanguigni, linfatici e ghiandole che producono muco. Per l'influenza degli estrogeni e del progesterone, secreti dall'ovaio durante il ciclo mestruale, l'endometrio va incontro a regolari modificazioni cicliche, in modo da offrire un ambiente adatto all'impianto di un embrione.

L'endometriosi è caratterizzata dalla presenza di tessuto endometriale in sedi dove esso, normalmente, non dovrebbe esserci, cioè al di fuori dell'utero. Questo tessuto che fuoriesce è chiamato endometrio ectopico ed è soggetto a cicli ormonali mensili simili a quelli dell’endometrio uterino.

L’endometriosi si distingue in:

  • endometriosi esterna in cui le localizzazioni principali sono sul peritoneo pelvico e localizzazioni secondarie più comuni sono su tube, retto, vescica;
  • endometriosi interna quando sono presenti ghiandole e stroma endometriali nel miometrio, che rappresenta la tunica muscolare dell'utero.

I sintomi principali di questa malattia sono dolori invalidanti pelvici che si manifestano durante la mestruazione e l’ovulazione; dolori durante i rapporti sessuali; dolori addominali e lombari; alterazioni dell’alvo con disturbi durante l’evacuazione; addome gonfio; astenia. Con l’evolvere della malattia il dolore non solo tende a farsi più forte ma anche a protrarsi nella sua ciclica comparsa.

La terapia della endometriosi pelvica deve tendere alla completa eliminazione di tutti i focolai presenti, possibilmente conservando il più possibile le strutture genitali interne, cioè l’utero, le salpingi o tube, le ovaie e liberando la pelvi dalle frequenti aderenze che la malattia fa formare tra gli organi della pelvi femminile. Tali aderenze e degenerazioni fibrotiche sono causa dei forti dolori che la donna avverte durante la fase attiva della malattia.

La laparoscopia è la best practice ed assicura precisione, ripetibilità di esecuzione, minore trauma e dolore alla donna per la cura dell’endometriosi. (Indagine conoscitiva del Senato della Repubblica, 12° commissione permanente). Essa può essere praticata più volte per permettere di estirpare in maniera completa la endometriosi.
Inoltre, poiché recenti statistiche segnalano un incidenza dell’8% della malattia nelle adolescenti che presentano dolori mestruali con tendenza a peggiorare nel corso dei giorni mestruali, viene da taluni consigliato, ai fini di una diagnosi precoce, di utilizzare in queste giovani donne la laparoscopia per individuare l’origine dei disturbi.

Malgrado il grande interesse clinico e di ricerca su questa malattia, specialmente negli ultimi anni, l’endometriosi resta ancora oggi in gran parte sconosciuta, soprattutto come causa di infertilità e di dolore pelvico. Oggi la visione prevalente è che l'infertilità in donne con endometriosi sia multifattoriale, con molti modi attraverso i quali l'endometriosi interferisce con gli aspetti riproduttivi.

Biblio e Sitografia
Fondazione Italiana Endometriosi, www.endometriosi.it
D’Hooghe TM, Hummelshoj L. Opinion paper: multidisciplinary centres/networks of excellence for endometriosis management and research: a proposal. Hum Reprod 2006
www.riproduzioneassistita.it, Endometriosi e sterilità, Carfagna P.