Esiti perinatali e infantili associati all’infertilità

L'infertilità colpisce negli Stati Uniti l'11% delle donne in età riproduttiva. 

Il numero di nati vivi attraverso la PMA, sia con la fecondazione in vitro (FIV) che con trattamenti di fertilità non-FIV (NIFT), continua a salire.  

Data questa tendenza, gli esiti perinatali e infantili nei bambini concepiti con la riproduzione assistita assumono un’importanza fondamentale.

In questa pubblicazione si fornisce una panoramica completa della letteratura attuale, che consiste principalmente in studi di coorte osservazionali condotti sui bambini nati attraverso la fecondazione in vitro (FIV). 

 I risultati di interesse includono:

  1. esiti perinatali di basso peso alla nascita e prematurità;
  2. difetti congeniti alla nascita;
  3. sviluppo infantile che riguarda i disordini dello spettro autistico, l’evoluzione e il comportamento scolastico;
  4. crescita e pubertà;
  5. tumore infantile. 

Complessivamente, questi dati sembrano essere rassicuranti; tuttavia, sono necessari ulteriori studi per chiarire il ruolo dell'infertilità parentale e per concentrarsi sul concepimento attraverso trattamenti di fertilità non in vitro (NIFT).  

Si riporta una scarsa quantità di dati a lungo termine per questi bambini mentre avanzano verso l'età adulta e i futuri registri a lungo termine saranno la chiave per rispondere a queste domande. 

Fonte: Reproductive Medicine