Effetti dell’Indice di Massa corporea sulla quantità di ovociti nei trattamenti FIV

INTRODUZIONE
Le donne in sovrappeso e obese potrebbero richiedere dosi più elevate di gonadotropina quando sono sottoposte a trattamenti di fecondazione in vitro (FIV). Di conseguenza, ci si aspetta un prelievo non ottimale dell'ovocita nel primo ciclo di trattamento e quindi un incremento nelle dosi di gonadotropina per ottenere un risultato più favorevole nei cicli seguenti. L'obiettivo principale dello studio è quello di esplorare se il numero di cicli di trattamento modifica il risultato della FIV. Inoltre ci si propone di indagare l'effetto dell’indice di massa corporea (BMI) femminile sulla quantità degli ovociti nella FIV. 

MATERIALE E METODI
Uno storico studio di coorte è stato condotto su 5.342 cicli di trattamento FIV durante il periodo 1999-2009. Ma non erano stati considerati nei criteri di esclusione elementi come le informazioni sul BMI o sul tipo di trattamento. Inoltre, le donne erano escluse se ovulavano prima del prelievo degli ovociti. Secondo il BMI, le donne sono state suddivise in 4 categorie seguenti gli standard dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.  

RISULTATI 
La stratificazione in base al numero di cicli ha rivelato un esito più ottimale nei primi cicli di trattamento rispetto ai cicli successivi, suggerendo una possibile interazione o un effetto diverso a partire dal numero di cicli o da un fattore legato al numero di cicli. La dose media sul totale dell’ormone follicolo stimolante attribuita ai quattro gruppi di BMI non era in grado spiegare in modo diretto i risultati meno ottimali del prelievo dell’ovocita osservato nel primo ciclo di trattamento. Nessuna differenza statisticamente significativa è stata osservata nella resa degli ovociti per le donne sottopeso, sovrappeso e obesità rispetto alle donne di peso normale quando si prendono in esame tutti i cicli di trattamento. Le donne in sovrappeso avevano un numero significativamente inferiore di ovociti maturi rispetto alle donne di peso normale, mentre nessuna differenza è stata osservata per le donne sottopeso e obese. 

CONCLUSIONE
Lo studio suggerisce una possibile interazione o un effetto diverso nei risultati della FIV a seconda del numero dei cicli di trattamento. La ricerca degli effetti dell’indice di massa corporea sui risultati della fecondazione in vitro-nei soli primi cicli di trattamento deve invece essere effettuata con cautela. 

Fonte: PUBMED - 27654907