Nella FIV in donne con PCOS il pretrattamento con la pillola contraccettiva influenza la stimolazione ovarica?

Gli aspetti morfologici dell’ovaio policistico (PCO) sono stati riscontrati con una certa frequenza nel Centro FIV del Jeanne de Flandre Hospital di Lille, i cui dati sono alla base di questo studio.

Nel Centro, le pazienti con PCOS sono state identificate tramite ecografia nel 18-25% delle coppie che si presentano a causa di infertilità, di cui si stima che il 33% sia prevalente nelle pazienti che soffrono di infertilità asintomatica.

Trovare il protocollo ottimale per un primo approccio alla FIV nelle pazienti con ovaio policistico è ancora una sfida.

L’obiettivo è quello di migliorare i risultati dell’iperstimolazione ovarica controllata (COH) evitando nello stesso tempo la sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS).

Lo scopo di questo studio prospettico non randomizzato, condotto da Gennaio 2009 a Dicembre 2010, nella Lille University Hospital, è stato quello di confrontare l’estensione del pretrattamento con la pillola contraccettiva con un classico protocollo di agonisti GnRH (gonadotrophin-releasing hormone).

Lo studio riguardava 113 donne con PCOS (identificate secondo i criteri ecografici di Rotterdam) che erano state monitorate durante il loro primo tentativo di FIV.

Sono state raccolte valutazioni ormonali ed ecografiche complete durante la stimolazione ovarica controllata, nonché l’esito in termini di numero di ovociti/embrioni e la loro qualità, l’impianto e i tassi di gravidanza.

Tra i due protocolli non è stata osservata nessuna differenza significativa per quanto riguarda la crescita follicolare e i valori ormonali.

Mentre i tassi di gravidanza erano significativamente più bassi nel gruppo pretrattato con pillola contraccettiva nonostante la stessa qualità di ovociti ed embrioni.

Tuttavia, il tasso di gravidanza cumulativo non differiva tra i due gruppi. L’incidenza di OHSS non è stata statisticamente significativa.

La conclusione dello studio è stata quella di mostrare come il prolungamento di pretrattamento con la pillola contraccettiva in un primo approccio alla FIV, in pazienti con PCOS, non migliora il modello di crescita follicolare, né l’ovocita e la qualità degli embrioni.

FONTE: PubMed