30/11/2011 - Fertilità femminile: a rischio se troppo magre

I pericoli per il concepimento dovuti all’obesità sono ormai da tempo conosciuti e divulgati mentre i danni dovuti alla magrezza sono stati spesso sottovalutati. Lo afferma uno studio presentato a Orlando nel corso del meeting dell'American Society for Reproductive Medicine dai ricercatori dell'Advanced Fertility Center of Chicago, secondo i quali «se si ha un peso appropriato per la propria altezza si ha una maggiore probabilità di concepire».
I ricercatori hanno esaminato i dati di 2.500 donne che hanno fatto ricorso alla fecondazione in vitro nel corso di 8 anni. Dopo averle divise in tre gruppi di peso - molto magre (indice di massa corporea tra 14 e 18), normali (tra 18 e 25) e sovrappeso o obese (oltre 25) - i ricercatori hanno incrociato i dati con il numero di bambini nati rilevando che, mentre nel gruppo delle normo-peso il tasso di nascita era pari al 50%, nel gruppo delle obese era il 45% e in quello delle «molto magre» era il 34%. Il tutto nonostante il trattamento avesse previsto l'impiego dello stesso numero di ovociti per ciascuna donna. Il problema, spiegano i ricercatori, potrebbe quindi essersi verificato durante l'impianto in utero.

FONTE: IL SOLE 24 ORE - SALUTE