17/12/2013 - Il gruppo sanguigno influenza la fertilità

L’università di Yale, insieme all’Albert Einstein College of Medicine, ha promosso uno studio vertente sull’importanza del gruppo sanguigno nel determinare le possibilità di concepire.

Durante la ricerca, sono state prese in esame 560 donne di età media 35 anni, tutte con pregressi problemi nel concepimento, che sono state sottoposte a numerosi esami per indagare i valori ormonali.

Una volta analizzato il sangue delle donne e i relativi livelli ormonali, si è potuto notare che coloro che appartenevano al gruppo sanguigno ZERO avevano una possibilità doppia di avere livelli di FSH superiori alla norma.

L’ormone follicolo stimolante (FSH), legato alla produzione degli ovuli, se presente con livello elevato rappresenta un rischio per il concepimento, in quanto segnala la presenza di una riserva ovarica di qualità inferiore.

Questo studio, presentato all’incontro annuale dell’American Society of Reproductive Medicine, potrebbe essere il punto di partenza per approfondire il legame che c’è tra fertilità e gruppo sanguigno.

FONTE: The Telegraph, ItaliaSalute