Analisi clinica e biochimica della PCOS in donne tra i 20 e i 40 anni d’età

Human Reproduction – Settembre 2011

Liang SJ, Hsu CS, Tzeng CR, Chen CH, Hsu MI.
Source Department of Obstetrics and Gynecology, Wan Fang Hospital, Taipei Medical University, Taiwan.

Abstract
Le caratteristiche cliniche e le complicazioni metaboliche della sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) possono cambiare con l’età. Lo scopo di questo studio è quello di mostrare le differenze tra le caratteristiche cliniche e biochimiche in pazienti comprese tra i 20 e i 40 anni d’età che soffrono di PCOS.
La ricerca ha esaminato 781 donne di Taiwan, di cui 453 avevano una diagnosi di PCOS e 328 non avevano questa sindrome.
I fattori antropometrici ed endocrini, gli androgeni, l’insulino-resistenza e le componenti metaboliche sono stati misurati e collegati all’età delle donne. Questi parametri sono stai poi comparati tra il gruppo di donne più giovane e più vecchio affette da PCOS.
I risultati ottenuti hanno mostrato che l’età è correlata negativamente con gli androgeni (testosterone totale e deidroepiandrosterone solfato), il modificato punteggio Ferriman-Gallwey e la prevalenza di acne e irsutismo, mentre è correlata positivamente con la glicemia, il colesterolo, i trigliceridi e le lipoproteine a bassa densità.
Le 453 donne con diagnosi di PCOS sono state divise in due gruppi a seconda dell’età: Gruppo A con 294 donne tra i 20 e i 29 anni e Gruppo B con 159 donne tra 30 e i 40 anni.
Il Gruppo A aveva i livelli di testosterone significativamente più alti del Gruppo B. Il Gruppo B aveva i livelli più alti di glicemia e insulina, i trigliceridi, l’indice di massa corporea e il girovita e una più alta incidenza di obesità rispetto al Gruppo A. Il volume ovarico medio non era significativamente differente tra i due gruppi.
In conclusione, l’aumento d’età è accompagnato nelle donne da una diminuzione della prevalenza degli iperandrogenismi clinici e biochimici. L’iperandrogenismo è la caratteristica più importante nelle giovani donne affette da PCOS. Tuttavia, l’obesità addominale e certi disturbi metabolici diventano la preoccupazione più grande per le donne più anziane con la PCOS.

Link a PUBMED