Inofert - Inositolo e Acido folico - Senza saccarosio, lattosio e glutine
Inofert Combi - Complemento a base di Myo-inositolo, D-chiro-inositolo e Acido folico
Scopri il tuo periodo fertile. Calcola i giorni dell'ovulazione.
Calcola il calendario del tuo ciclo mestruale.
Vuoi condividere le tue esperienze? Partecipa al nostro Forum.

Il 20% delle giovani donne soffre di sindrome dell’ovaio policistico.

PCOS

Il termine ovaio “policistico o micropolicistico” si riferisce all’aspetto ecografico delle ovaie, in cui si nota un notevole aumento di piccole cavità dovute a follicoli immaturi che spesso restano di piccole dimensioni (detti appunto microcisti) che non si ingrandiscono e ovulano come succede normalmente.

La superficie esterna dell’ovaio, che in genere è ingrandito, appare più spessa. Questa anomalia della struttura ovarica, è associata ad uno squilibrio ormonale che spesso provoca mancanza cronica di ovulazione con conseguente possibile squilibrio metabolico, infertilità, e iperandrogenismo (un aumento degli ormoni maschili).

Nel 1935, Stein e Leventhal hanno descritto per la prima volta una “sindrome” (una serie di sintomi), caratterizzata da ovaie micropolicistiche associate a disturbi del ciclo mestruale, irsutismo (particolare distribuzione e crescita dei peli) ed obesità.

Solo dopo, però, sono stati individuati i meccanismi e le alterazioni che rendono la sindrome di Stein-Leventhal od ovaio policistico (PCO), una patologia molto più complessa di quella descritta in origine.

Infatti, la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è caratterizzata da un quadro ecografico di ovaie ingrandite e micropolicistiche ma anche da alterazioni endocrinologiche come irregolarità del ciclo mestruale, iperandrogenismo, alterazioni metaboliche e obesità.

Le cisti non sono altro che i follicoli interrotti nel loro sviluppo ma che non sono andati incontro a degenerazione come avviene normalmente.

L’immagine ecografica della PCOS è caratterizzata dalla presenza di piccoli follicoli della dimensione tra 2 e 8 mm, disposti nella parte più esterna dell’ovaio, che vanno a costituire la caratteristica immagine a “corona di rosario”.

Il riscontro ecografico di ovaio policistico non sempre si associa alla sintomatologia (sindrome dell’ovaio policistico).

Nella foto è rappresentata un'immagine ecografica di ovaio policistico.