Che cosa è l’”infertilità inspiegata”?

In questo video, pubblicato sul canale YouTube dalla testata giornalistica online Vitachenasce.org, il Prof. Claudio Manna - ginecologo e docente di Fecondazione Assistita presso la Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia dell'Università di Roma- Tor Vergata - ci spiega cosa significa il termine “infertilità inspiegata” e quante coppie colpisce.

Si parla di “infertilità inspiegata” quando non si riescono a diagnosticare le cause dell’infertilità di una coppia. Partendo sempre dalla definizione di infertilità più comune, ovvero “l’incapacità da parte della coppia di concepire dopo 12 mesi di rapporti non protetti nei giorni fertili della donna, in assenza di note patologie della riproduzione”.

Secondo il Prof. Manna questa condizione colpisce circa il 10-15% dei casi di infertilità di coppia e si arriva a decretarla dopo aver fatto tutti gli esami necessari, che hanno invece mostrato una situazione normale e assenza di patologie sia nell’uomo che nella donna.

Questi esami, secondo il professore, sono: spermiogramma, visita andrologica e post coital test nell’uomo e monitoraggio follicolare, isterosalpingografia, isteroscopia o laparoscopia invasiva nella donna. In quest’ultima andrebbe controllata anche la tiroide.

Secondo alcuni studi sembra inoltre che alla base dell’infertilità inspiegata possano anche subentrare fattori psicologici. A volte, infatti, quando diminuisce la tensione nel corpo della donna e lo stress, magari dopo un periodo di vacanza, improvvisamente può verificarsi la gravidanza tanto aspettata.

Guarda il video: