• Inofert
  • InofertCombi
  • InofertPlus
24/02/2014 - Ringiovanire la fertilità con il “doppio screening genetico”
L’età media delle donne che si rivolgono ai centri per la fertilità è in costante aumento.

Questo perché con l’avanzare dell’età, diminuiscono considerevolmente le chance di portare a termine con successo una gravidanza, e l’avanzare del cosiddetto orologio biologico rappresenta la primaria fonte di ostacoli.

E' dimostrato che nelle donne con più di 36 anni gli embrioni con un numero di cromosomi anormale vanno dal 63% fino a oltre l'80%, invalidando la possibilità di restare incinta.

Grazie al doppio screening genetico ora sarà possibile “ringiovanire” la propria fertilità di circa 10 anni.

Questo esame si basa sul fatto che ogni ovulo quando matura espelle una sorta di “micro-ovulo”, chiamato globulo polare. E questo processo avviene due volte prima che l’ovulo raggiunga la piena maturazione.Analizzando questi “micro-ovuli” si riescono così ad evidenziare nel primo screening il 60-80% degli errori cromosomicie nel secondo screening il restante 20-40% delle informazioni.

Così facendo si riesce a fare una selezione degli ovociti privi di anomalie genetiche, incrementando di molto la probabilità di successo della gravidanza.

Gli esperti hanno dichiarato che, sebbene questo non dia l’assoluta certezza di una gravidanza post impianto, permette di portare indietro le lancette dell’orologio biologico di ben 10 anni e di azzerare o quasi alcuni dei fattori di infertilità determinati dall'età della donna.

FONTE: ANSA

Iscriviti alla newsletter

Calcola il calendario del tuo ciclo mestruale.

Scopri il tuo periodo fertile. Calcola i giorni dell'ovulazione.

Scarica la scheda per prepararsi alla prima visita dallo Specialista per sospetta infertilità

Sindrome dell'ovaio policistico